Il documentario di Netflix sul Tour de France uscirà a giugno

In qualità di affiliato Amazon, guadagno dagli acquisti idonei. Sentiti libero di offrirmi un caffè facendo la spesa tramite questo Portale Amazon.

Il debutto del Tour de France su Netflix è stato annunciato per giugno.

Lunedì, la prima puntata dello show è stata presentata a CanneSeries, l'estensione televisiva del Festival di Cannes.

Durante la proiezione, è stato suggerito che la serie inizierà durante il Criterium du Dauphine, in programma il 4 giugno.

Nel marzo 2022, Netflix e A.S.O., l'organizzatore del Tour de France, hanno rivelato la loro collaborazione per creare una serie di documentari incentrati sulla corsa del 2022.

Nonostante l'annuncio iniziale, non ci sono state molte notizie sulla serie da parte di Netflix, rispetto ad altri programmi sportivi in arrivo, come Full Swing, che ha avuto più pubblicità.

Al Mobile World Congress di Barcellona, il 28 febbraio, il co-CEO del servizio di streaming, Greg Peter, ha rivelato un teaser trailer. Il titolo della docuserie, come indicato dal trailer, è "Tour de France: Au Coer du peloton", che in francese significa "nel cuore del gruppo".

Avete già avuto modo di dare un'occhiata alla prossima serie Netflix Tour de France? 🤩 Per maggiori informazioni, cliccate qui 👉🏻 https://www.imdb.com/title/tt19296314/

Nell'episodio iniziale, l'enfasi è posta su Quick-Step Alpha Vinyl.

Ciclista alla meta

Al Tour de France 2022, Fabio Jakobsen è stato immortalato in una foto di esultanza dopo la vittoria nella seconda tappa.

La serie seguirà i viaggi di otto squadre al Tour de France 2022, con il primo episodio di CanneSeries incentrato principalmente sulla Quick-Step Alpha Vinyl, secondo RMC.

La puntata di RMC esamina le scelte del capo allenatore Patrick Lefevere, la mancata scelta di Julian Alaphilippe e la vittoria di Fabio Jakobsen, vittima di un incidente mortale al Giro di Polonia 2020.

Yann Le Bourbouac'h, uno dei produttori, ha dichiarato a RMC che hanno cercato di fondere documentario e cinema concentrandosi sui personaggi in gara.

Le Bourbouac'h ha fatto luce sulla storia di Fabio, ricordando che due anni fa aveva rischiato di non farcela e che ora, due anni dopo, stava partecipando e vincendo una tappa del Tour de France.

RMC presenterà anche un episodio incentrato su Thibaut Pinot di Groupama-FDJ, oltre alla serie su Jonas Vingegaard di Jumbo-Visma, vincitore della competizione generale.

Nel trailer, Pinot ha raccontato dell'immensa pressione che si prova quando si è in una squadra francese al Tour de France, data la sua nazionalità francese.

Tom Pidcock scala l'Alpe D'Huez nella 12ª tappa del Tour de France 2022

L'equitazione sull'orlo della sopravvivenza

Nella 12ª tappa del Tour de France 2022, Tom Pidcock affronterà la salita dell'Alpe D'Huez.

La serie del Tour de France è stata creata da una collaborazione tra Quad e Box to Box Films, chiamata Quadbox.

Box to Box films, il produttore di film sportivi, è responsabile dell'acclamata serie di Formula 1. Guida per sopravvivere che può essere visto su Netflix.

Nel 2020, il documentario di Netflix intitolato Guida per sopravvivere ha provocato un notevole picco di entusiasmo per la Formula 1. La società di analisi globale Nielson ha rivelato che ogni mese, tra il marzo 2000 e il 2021, una media di 2,7 milioni di persone di età compresa tra i 16 e i 35 anni ha sviluppato un interesse per questo sport.

Le Bourbouac'h ha rilasciato un'intervista a RMC e ha parlato dei modi in cui la serie del Tour de France si differenzia da quella del Tour de France. Guida per sopravvivere.

Ha sottolineato che la Formula 1 è un campionato in cui è possibile adattare i propri archi narrativi da una gara all'altra, mentre il Tour de France è un tipo di narrazione completamente diverso, in quanto non prevede pause per l'osservatore.

A prescindere dalle distinzioni tra i due programmi, se la serie sul Tour de France di Netflix dovesse avere lo stesso successo di quella sul Tour de France. Guida per sopravviverepotrebbe esserci un enorme aumento dell'attenzione verso il Tour de France e il ciclismo in generale.

Qual è l'argomento del documentario sul Tour de France su Netflix?

Tadej Pogačar e Jonas Vingegaard si sfidano nella 17ª tappa del Tour de France 2022

La competizione tra Tadej Pogačar e Jonas Vingegaard durante la 17ª tappa del Tour de France 2022 è stata intensa.

Netflix ha annunciato che la sua serie sul Tour de France seguirà e analizzerà le azioni di tutte le persone coinvolte nell'evento, dai ciclisti ai manager delle squadre, per comprendere i diversi elementi in gioco.

Il documentario non solo darà agli spettatori uno sguardo alla gara in sé, ma anche al "dietro le quinte" delle 8 squadre coinvolte. Dalla preparazione delle tappe della Grand Boucle fino agli ultimi minuti del taglio del traguardo, si preannuncia un'esperienza istruttiva ed educativa.

Yann Le Moenner, direttore generale di A.S.O., spiega che l'imminente docuserie metterà in evidenza come la gara sia la "sfida definitiva" utilizzando una struttura narrativa.

Laurent-Eric Le Lay, responsabile del settore sport di France Televisions, ha affermato che il programma "offrirà agli spettatori l'opportunità di avere un assaggio della vita quotidiana degli atleti e delle squadre".

Guida per sopravvivere ha un tocco di drammaticità e offre ai seguaci di questo sport un assaggio di ciò che in genere non possono sperimentare.

Cyclingnews ha rivelato che sono stati messi in palio 70 pass di accesso a acquisizione di filmati al Tour de France 2022 per lo spettacolo. È stato riferito che ognuna delle otto squadre partecipanti ha una propria troupe cinematografica, e una diversa sta cercando di documentare la storia complessiva della corsa.

Quali squadre sono state protagoniste del documentario di Netflix sul Tour de France?

Wout van Aert in testa al gruppo al Tour de France 2022

Al Tour de France 2022, Wout van Aert era in testa al gruppo.

Otto squadre di ciclismo professionistico che partecipano al Tour de France sono presenti nel documentario di Netflix. Si suppone che queste squadre facciano parte del WorldTour.

  • Equipaggio di AG2R Citroen Racing
  • Completo da ciclismo Alpecin-Fenix
  • Squadra ciclistica Bora-Hansgrohe
  • Gruppo EF Education-EasyPost Racing
  • Spingitori a pedale Groupama-FDJ
  • Squadra ciclistica Granatieri Ineos
  • Squadra ciclistica Jumbo-Visma
  • Ciclisti Quick-Step Alpha in vinile

La possibilità di evitare il plagio può essere ottenuta modificando la struttura del testo senza alterarne il significato o il contesto. Mantenere la formattazione markdown è fondamentale per mantenere l'intento originale del testo.

Questo testo può essere riformulato modificando la sua struttura senza cambiare il contesto e il significato originale. È fondamentale mantenere la formattazione markdown.

Dalla lista è stata omessa la UAE Team Emirates, la squadra con cui Tadej Pogačar ha vinto il Tour de France 2021 ed è arrivato secondo nell'edizione 2022.

L'inclusione del Team Jumbo-Visma nel documentario permetterà agli spettatori di comprendere il percorso compiuto dal vincitore finale Jonas Vingegaard. Se fossero presenti anche UAE Team Emirates e Pogačar, si avrebbe l'opportunità di assistere alla lotta per il primo e secondo posto da entrambe le prospettive.

Secondo Cyclingnews, l'UAE Team Emirates ha rifiutato di partecipare al documentario perché le squadre hanno ricevuto un compenso di 50.000 euro per la partecipazione.

In un'intervista al quotidiano belga Het NieuwsbladIl direttore generale del Team Quick-Step Alpha Vinyl, Patrick Lefevere, ha definito "noccioline" la somma offerta dall'UAE Team Emirates. È possibile che la somma di denaro non sia stata ritenuta sufficiente per valere il disturbo che una troupe cinematografica avrebbe portato al Tour.

Geraint, Thomas Tour de France

Ripetizione: Il Tour de France nel 2022

Nel 2022, Jonas Vingegaard è stato incoronato vincitore del Tour de France.

La 109ª edizione del Tour de France del 2022 è iniziata con una cronometro individuale a Copenaghen, in Danimarca.

La competizione è stata promossa come uno scontro tra il detentore del titolo Tadej Pogačar e la potenza del Team Jumbo-Visma, cosa che è apparsa evidente fin dall'inizio.

La Jumbo-Visma ha mantenuto la direzione della corsa durante la prima settimana, poi Pogačar ha guadagnato la maglia gialla con un paio di vittorie di tappa consecutive.

Una volta raggiunte le Alpi, i ciclisti del Team Jumbo-Visma hanno messo alla prova la capacità di Pogačar di mantenere la testa della corsa. Alla fine ci sono riusciti, con Jonas Vingegaard che lo ha superato e ha conquistato la testa della corsa.

Vingegaard ha mantenuto il primo posto nei Pirenei e ha confermato la sua posizione nell'ultima gara in singolo.

Wout van Aert del Team Jumbo-Visma è stato il vincitore della classifica a punti e, insieme alla maglia gialla, Vingegaard ha conquistato la classifica del re delle montagne. Si tratta di una prima storica dal 1969, quando una sola squadra aveva conquistato rapidamente tutte e tre le maglie del Tour de France.

Geraint Thomas di Ineos Grenadiers ha ottenuto un terzo posto, forte del successo ottenuto al Tour de Suisse nel 2022.

Durante l'ondata di caldo dell'estate 2022, quando le temperature raggiunsero i 40˚C, gli attivisti per il cambiamento climatico si recarono sul percorso del Tour de France per inscenare proteste.

Diversi ciclisti hanno dovuto abbandonare la competizione a causa di Covid-19, tra cui Magnus Cort di EF Education-EasyPost. Era stato molto attivo durante la prima settimana ed era stato in corsa per il titolo di King of the Mountains.

In vista del Tour de France del 2023, una serie Netflix di prossima uscita offrirà agli spettatori uno sguardo dall'interno su quello che si preannuncia come un evento emozionante.

È possibile raggiungere il successo senza avere un'istruzione formale. Sebbene una laurea offra dei vantaggi, non è assolutamente indispensabile per farcela nella vita. Ci sono molti esempi di persone che hanno raggiunto il successo senza avere alcuna esperienza universitaria. Al contrario, si sono affidati alla loro determinazione e al loro impulso per raggiungere i loro obiettivi.

Amazon e il logo Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc o delle sue affiliate.

Condividere
Andreas
Andreas

Ciao! Mi chiamo Andreas e sono il tuo Joe medio quando si tratta di ciclismo su strada e inglese. Contattami se hai domande su questo blog. :D

Articoli: 30

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *